Rivista dell'Istituto per la Storia dell'Arte Lombarda

Profilo degli autori

Marta Barbara Santolin

Ha conseguito la Laurea in Architettura con indirizzo Storico-Restauro presso il Politecnico di Torino. Architetto libero professionista, dopo aver svolto la propria attività professionale nell’ambito del “Progetto La Venaria Reale” è impegnata nell’ambito del recupero delle Residenze Sabaude con attività di ricerca storico archivistica e progettuale.

Federica Sasso

Restauratrice di opere d’arte, laureata in lettere moderne con indirizzo storico-artistico all’Università di Pavia, dal 2010 è cultore della materia per la disciplina di Tecniche Artistiche della stessa Università. Dal 1994 ha restaurato direttamente e in collaborazione con altri laboratori, dipinti su tela e manufatti lignei dal tardogotico all’Ottocento, tra i quali anche un affresco trecentesco di ambito pavese. I suoi studi sono rivolti particolarmente alle tecniche artistiche applicate a supporti murali, tessili, lignei, pergamenacei e vitrei. Collabora al progetto TIVal, Certosa di Pavia che impegna l’Università di Pavia con il Politecnico, la Statale e la Bicocca di Milano.

Antonio Savini

Professore ordinario di elettrotecnica all'Università di Pavia. Nel 1997 ha fondato, e tuttora dirige, il Centro di Ricerca per la Storia della Tecnica Elettrica presso la stessa Università. Tale Centro, tra l'altro, ha ideato e curato la realizzazione del Museo della Tecnica Elettrica di Pavia, inaugurato nel 2007. Oltre a promuovere eventi culturali presso il Museo, é stato impegnato in progetti di catalogazione del Patrimonio Scientifico Tecnologico in collaborazione con la Conferenza dei Rettori Italiani e con Regione Lombardia.

Valentina Sbaraglia

Ha conseguito la Laurea in Economia per l’Arte la Cultura e la Comunicazione presso l’Università Luigi Bocconi di Milano. Attualmente è impiegata presso Italiana Costruzioni Spa, che, in associazione temporanea di impresa con Malegori Comm. Erminio Srl e Na. Gest. Global Service Srl, ha vinto il bando per la progettazione, restauro e gestione di alcune aree della Villa Reale di Monza (tecnicamente definite “primo lotto”) che comprendono: il restauro dei Piani Nobili del corpo centrale, il recupero e la rifunzionalizzazione del piano terra, del Belvedere, di una parte dell’ala nord e degli spazi esterni (la Corte centrale).

Lionella Scazzosi

Architetto e  professore associato al Politecnico di Milano è autrice di testi teorici, metodologici e operativi sul giardino e il paesaggio a diffusione internazionale. È fondatrice e responsabile del Centro ricerche PaRID. Responsabile di ricerche  nazionali e internazionali (patrimonio storico  culturale, giardini storici, politiche del paesaggio in Europa, paesaggio agrario, impianti tecnologici e paesaggio), svolge ricerche per il Ministero per i Beni e Attività Culturali, Regioni e Comuni italiani. Nominata ‘esperto’ del Consiglio d’Europa per la Convenzione europea del Paesaggio è membro del Comitato Scientifico internazionale Cultural Landscapes Icomos-Ifla.

Nicoletta Scherillo

Già notaio in Milano, si interessa in vari modi di arte e architettura collaborando con numerosi studi professionali e istituzioni presenti sul territorio lombarde. Presidente della The William G. Congdon Foundation, da tempo è socio ISAL e affianca l’Istituto nello svolgimento delle sue attività di promozione e divulgazione della cultura.

Anna Serafini

Laureata in Architettura dei Sistemi Edilizi presso il Politecnico di Milano con il prof. Lorenzo Jurina e la prof.ssa Manuela Grecchi discutendo una tesi sul consolidamento strutturale e la valorizzazione delle Torri medievali di Como, elaborata insieme a Nicolò Zugnino e Filippo Magatti. Ha collaborato con lo studio di architettura ABAD di Milano partecipando al concorso per la progettazione degli edifici di servizio dell’area Expo.

Domenico Sguaitamatti

Ordinato Sacerdote nel 1977, nel 1980 ottiene il diploma di Maestro d’Arte presso la Scuola d’Arte Beato Angelico di Milano e nel 1985 si laurea presso la Nuova Accademia di Belle Arti Manualità e Progetto di Milano in pittura, vetrate e mosaico. Dal 1994 al 2010 è vice rettore, educatore e insegnante di Storia dell’Arte presso il Collegio Arcivescovile San Carlo. È stato consigliere della Fondazione Sant’Ambrogio che gestisce il Museo Diocesano di Milano e ha fatto parte della Commissione per la realizzazione del Nuovo Evangeliario Ambrosiano. È membro della Commissione di Arte Sacra della Diocesi oltre che collaboratore dell’Ufficio dei Beni Culturali. Dal 2010 è membro del Capitolo della Cattedrale di Milano in qualità di canonico onorario e dal 2011 è rettore del Santuario di San Raffaele in Milano dove alla contemplazione e preghiera eucaristica quotidiana affianca iniziative artistico-culturali.

Adele Simioli

Specializzata in storia dell’arte contemporanea ha ottenuto il dottorato di ricerca in Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ha svolto attività di ricerca inerente l’architettura contemporanea presso il Politecnico di Milano  (dipartimento DIAP) ed è docente di lingua italiana e Storia dell’Arte presso la Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università degli Studi di Palermo.

Mariacristina Sironi

Architetto, dal 1994 svolge la libera professione nel settore del restauro e riqualificazione di immobili sottoposti a tutela monumentale. Ha realizzato numerosi interventi di progettazione e direzione lavori su edifici religiosi. Approfondendo la tematica della valorizzazione del patrimonio archeologico lombardo ha curato e coordinato la realizzazione di allestimenti museali per il museo della basilica di Sant’Eustorgio e la basilica dei Santi Apostoli e San Nazaro a Milano.

Andrea Spiriti

Professore di Storia dell’Arte Moderna all’Università degli Studi dell’Insubria, Direttore Scientifi co della rivista “Artisti dei Laghi”, Direttore scientifi co del Museo della basilica di Sant’Eustorgio a Milano, Consulente per la sezione storico artistica del Museo della Società Gallaratese di Studi Patri, membro di numerosi comitati scientifi ci e redazioni di riviste di settore. Specialista di storia dell’arte moderna nei secolo XVI-XVIII ha al suo attivo circa centottanta pubblicazioni, relative in particolare all’iconologia politica, all’arte dello stucco, alle relazioni artistiche fra Milano Genova e Roma, alle ditte pittoriche del Manierismo, alla consorteria Arese, alla rappresentazione della natura, al classicismo di secondo Seicento, alla nascita del rococò; ma soprattutto agli artisti dei laghi lombardi e alla loro fortuna europea.

Bella Tancredi

Laureato in Lettere all’Università di Catania, ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Facoltà di Architettura del medesimo ateneo. È assegnista di ricerca in Storia dell’arte medievale presso l’Università di Catania ed è membro straniero associato al Centre d’Études Supérieures de Civilisation Médiévale di Poitiers. Ha svolto attività di docenza di Storia dell’arte medievale e moderna all’Università di Catania, dove al momento insegna Storia dell’architettura medievale e moderna. Studia le emergenze storico-artistiche e monumentali degli insediamenti medievali di Terra Santa nella Sicilia orientale e si occupa altresì di architettura romanica lombarda, argomento su cui ha pubblicato saggi ed articoli in riviste nazionali e straniere, nonché una recente monografia.

Andrea Tardito

Laureato in Architettura presso il Politecnico di Torino ha conseguito il Master universitario di II livello in Restauro del Moderno. presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Sempre molto attento ai temi del restauro e della conservazione ha seguito con successo il corso Strumenti e strategie per la conservazione preventiva e programmata Beni Culturali, organizzato da AFOL nell'ambito delle azioni del Distretto Culturale Evoluto Monza e Brianza. Ha collaborato con il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano e con numerose Associazioni Culturali per la valorizzazione del patrimonio edilizio storico e per la progettazione di eventi culturali legati all'architettura.

Gustavo Adolfo Tinoco Martinez

Laureatosi presso la Facoltà di Architettura dell’Universidad de Tolima (Colombia) è ricercatore dell’Universidade Federal de Minas Gerais (Brasile) e studente del “Master in Modelagem dos Sistemas Ambientais” dell’Instituto de GeoCiências afferente al medesimo ente universitario. Assistente nella disciplina di “Planejamento Urbano, Regional e Metropolitano”, presso il Corso di Laurea Notturno in Arquitetura e Urbanismo della Escola de Arquitetura delll’Universidade Federal de Minas Gerais, suoi temi di ricerca sono la pianificazione urbana e regionale.

Giulia Todaro

Architetto si è laureata presso il Politecnico di Milano in Progetto e Riqualificazione dell’esistente con una tesi sulle strategie e politiche di incentivazione delle attività di manutenzione. Dottoranda in Tecnologia e Progetto per l’ambiente costruito, svolge attualmente una ricerca sul mercato potenziale delle pratiche di prevenzione e manutenzione dei beni architettonici. Attualmente collabora ad attività di ricerca nell’ambito della conservazione del patrimonio culturale architettonico presso il Dipartimento ABC del Politecnico di Milano.

Carlo Togliani

Storico dell’architettura, ricercatore di ruolo confermato presso il Politecnico di Milano, ha conseguito la laurea e il Dottorato di Ricerca in Conservazione dei Beni Architettonici presso il medesimo Ateneo. Redattore per la collana Stathme del Politecnico di Milano-Polo Territoriale di Mantova, dirige per l’Editoriale Sometti di Mantova le collane Itinera e Castra rispettivamente dedicate alla storia della città e del territorio e a quella dell’architettura fortificata. Ha al suo attivo pubblicazioni monografiche e saggi dedicati alla storia dell’ingegneria e dell’architettura, con particolare attenzione per quella religiosa.

Guido Toresella

Laureato in Scienze Storiche presso l’Università degli Studi di Milano, ha conseguito presso il medesimo ateneo la laurea magistrale in Storia e Documentazione Storica con Gianfranco Fiaccadori, Simonetta Segenni e Mauro Della Valle, discutendo la tesi “Spettacoli pubblici della Tarda Antichità”. Svolge attività di ricerca inerente la storia dell’arte e la storia dello spettacolo della Tarda Antichità. Ha collaborato con ISAL per l’inventariazione del Fondo archivistico Barigozzi Brini ed è autore di alcune pubblicazioni sugli spettacoli circensi e le loro ripercussioni nella cultura e società romana.

Luis Eduardo Tosoni

Architetto e professore associato di Storia dell’Architettura presso la Universidad de Buenos Aires (UBA), ha frequentato un master di specializzazione in Storia e Critica dell’Architettura, il Design e l’Urbanistica e attualmente è ricercatore “principal” presso l’Instituto de Arte Americano e Investigaciones Estéticas “Mario J. Buschiazzo” (IAA-FADU, UBA). È inoltre dottorando in “Historia y Estudios Humanísticos: Europa, América, Arte y Lenguas” presso la Universidad Pablo de Olavide (UPO, Siviglia, Spagna) e visitor professor presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Roma La Sapienza, dove ricopre il ruolo di tutor per le tesi del corso di laurea. Ha tenuto corsi e conferenze sia in America che in Europa, oltre ad aver participato a workshops e ha all’attivo numerose pubblicazioni.

Cristina Uva

Diplomata all’Accademia di Belle Arti “Lorenzo Lotto” di Bergamo con indirizzo restauro pittorico, ha poi conseguito la Laurea Magistrale in Storia dell’arte e archeologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con il prof. Alessandro Rovetta. Attualmente si occupa della progettazione e realizzazione di servizi didattico-artistici presso le principali istituzioni scolastiche e museali del Comune di Milano e provincia. Dal 2008 si occupa di catalogazione di beni storico artistici per conto dell’Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda, con particolare riguardo per i Beni Culturali degli Enti Sanitari lombardi.

Daniela Vasta

Ha studiato Storia dell’Arte all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e all’Università di Catania, dove ha conseguito anche il Dottorato di ricerca. Storica dell’arte, insegna Storia dell’arte contemporanea all’Università di Catania. Si è dedicata, tra l’altro, allo studio delle Avanguardie e dell’Arte Povera, alla pittura siciliana dell’Ottocento e del Novecento, all’arte sacra contemporanea, all’incisione e alla grafica d’età moderna e contemporanea. È autrice di una monografia dedicata all’arte sacra del XIX secolo e di numerosi saggi inerenti l’arte siciliana dell’Otto-Novecento, l’arte contemporanea dal Vaticano II a Benedetto XVI e la grafica di Emilio Greco.