Rivista dell'Istituto per la Storia dell'Arte Lombarda

Profilo degli autori

Lia Marchesini

Laureata al Politecnico di Milano con la tesi “Gli operatori culturali nel processo di gentrification” ha conseguito la Laurea Magistrale in Architettura con la tesi “La festa urbana del 15 ottobre 1771 a Milano e proposta per una messa in scena dell’Ascanio in Alba di Mozart”. Ha collaborato alla stesura di dispense universitarie. Ha recitato in spettacoli teatrali di Pirandello e  Jerome Kitty con la regia di Gianni Mantesi. Frequenta il corso biennale per attori di prosa della Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”.

Lorenzo Mazza

Ha conseguito la laurea in architettura presso il Politecnico di Milano, Dipartimento di Composizione Architettonica, discutendo una tesi sperimentale attinente la progettazione di vaste aree urbane. Progetta e segue la realizzazione di numerosi edifici impiegando anche sistemi costruttivi innovativi.

Maria Teresa Mazzilli Savini

Docente di Storia dell’arte medievale e Storia delle tecniche artistiche all’Università di Pavia ed è membro del Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche per la Conservazione dei Beni Culturali. I suoi studi riguardano architettura, pittura e scultura in Lombardia tra Medioevo e Rinascimento. Occupandosi di restauro, iconografia e archivi informatici, ha coordinato progetti di ricerca e catalogazione: SIRBeC, Parco delle basiliche - Pavia, FIRB, Percorsi tra università storiche europee; collabora al progetto TIVal, Certosa di Pavia che impegna l’Università di Pavia con Politecnico, la Statale e la Bicocca di Milano.

Teresa Melorio

Psichiatra e psicoterapeuta presso la U.O Psi­chiatria 4 del Dipartimenti di Salute Mentale della A.O. Niguarda Cà Granda. Nel 1994 ha fondato l'Associazione A.R.C.A. Onlus, di cui è presidente, il Centro Diurno "Le Botteghe D'Arte" presso il Paolo Pini di Milano e il MAPP (Museo d'Arte del Paolo Pini) .Dal2000 elabora e coordina il progetto Arte Degente presso la A.O. Niguarda con allesti­menti di opere pittoriche all'interno dell'ospedale e con l'introduzione dell'arteterapia come strumento di cura in alcuni reparti ospedalieri.

Caterina Meroni

Libera professionista, ha collaborato a lungo con società di ricerca e progettazione in campo ambientale, specifi catamente nelle Valutazioni di Impatto Ambientale. È stata vice-presidente nazionale dell’associazione L’Umana Dimora. Ha promosso e organizzato progetti di formazione professionale nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio architettonico e ambientale rivolti sia a dirigenti e ad operatori sia a insegnanti e studenti delle scuole primarie e superiori. È presidente dell’Associazione Pierres d’Attente-Comunicare l’arte che organizza convegni, mostre e incontri sui diversi linguaggi espressivi. Ha scritto numerose pubblicazioni e un libro sulle scuole paritarie milanesi.

Gianni Mezzanotte

GIANNI MEZZANOTTE architetto, già ordinario di Storia dell'ar­chitettura, ha dedicato studi sull'architettura sette e ottocentesca. Ha restaurato a Milano il palazzo dei Giureconsulti; a Brescia, per l'Univer­sità bresciana, gli ex conventi di San Faustino e di Santa Chiara, e il palazzo Bettoni. Ha pubblicato nmerosi saggi e volumi tra i quali quelli dedicati a Luigi Canonica e la diffusione della cultura italiana in Russia.

Paolo Mira

Architetto e giornalista. Direttore dell’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Novara. Collabora con il Politecnico di Milano per i corsi di Storia dell’Architettura. Conservatore del Museo dell’Abbazia di Morimondo e direttore della rivista “Quaderni dell’Abbazia”. Ha frequentato il Master in “Sistemi museali nel territorio per la conservazione e valorizzazione dei patrimoni diffusi” al Politecnico di Milano e il “Corso di alta formazione in Beni Culturali Ecclesiastici” all’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano, con la quale ha collaborato al Master in “Museologia, museografia e gestione dei beni culturali”.

Rossella Moioli

Laureata in Architettura, opera come libera professionista nell’ambito della Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali. L’attività professionale è incentrata sul restauro di edifici tutelati e su progetti di valorizzazione distrettuale del patrimonio culturale. Oltre ad aver redatto progetti di restauro ed aver seguito la loro realizzazione, da alcuni anni collabora con il Politecnico di Milano nell’ambito della Conservazione Preventiva e Programmata del patrimonio storico-architettonico. È stata docente a contratto presso l’Università di Macerata nel Corso di laurea magistrale in Management dei Beni Culturali. Attualmente gli interessi professionali sono orientati verso i temi della gestione e della programmazione delle attività che riguardano il patrimonio edilizio storico. Iscritta al corso di Dottorato Economics and techniques for the conservation of the architectural and environmental heritage dell’Università di Nova Gorica. Ha pubblicato articoli e saggi sul tema della Conservazione dei Beni Culturali.

Ilaria Mollica

Laureatasi in architettura presso il Politecnico di Milano discutendo una tesi sui quartieri di edilizia popolari Sant’Ambrogio di Milano, continua i suoi studi presso la Faculdade de Arquitetura e Urbanismo dell’Universidade de São Paulo (Brasile). Interessata all’abitare domestico nelle sue differenti declinazioni, i suoi studi si sono rivolti verso l’architettura sudamericana e i percorsi verdi di interazione tra aree urbane.

Ana Clara Mourão Moura

Laureata in Architettura alla Federal University of Minas Gerais (1988) si è specializzata in Territorial and Urban Planning presso la PUC-MG e l’Università di Bologna (1990), conseguendo nel 1993 il Master in Geography presso la UFMG. É divenuta PhD in Geography presso la Federal University of Rio de Janeiro (2002). È professore nella UFMG, Department of Urban Planning, dove coordina il Geoprocessing Laboratory. Oggi è coordinatrice del gruppo di ricerca “Geoprocessing in the management of urban and environmental landscape” presso il National Council for Scientific and Technological Development. È stata premiata con Cartographic Medal of Merit dalla Brazilian Society of Cartography.

Ana Clara Mourão Moura

Laureata in Architettura alla Federal University of Minas Gerais (1988) si è specializzata in Territorial and Urban Planning presso la PUC-MG e l’Università di Bologna (1990), conseguendo nel 1993 il Master in Geography presso la UFMG. É divenuta PhD in Geography presso la Federal University of Rio de Janeiro (2002). È professore nella UFMG, Department of Urban Planning, dove coordina il Geoprocessing Laboratory. Oggi è coordinatrice del gruppo di ricerca “Geoprocessing in the management of urban and environmental landscape” presso il National Council for Scientific and Technological Development. È stata premiata con Cartographic Medal of Merit dalla Brazilian Society of Cartography.

Silvia Muzzin

Cultore di Storia delle tecniche artistiche e Storia dell’arte medievale presso l’università del Piemonte orientale a Vercelli. Si occupa in particolare di scultura romanica e oreficeria medievale e tecniche delle “arti applicate”. Nel corso del 2012 ha partecipato in qualità di schedatrice ai progetti di catalogazione SIRBeC dei Beni Culturali degli Enti Sanitari siti sul territorio regionale affidati ad ISAL da Regione Lombardia.

Maria Luisa Neri

Già professore ordinario di Storia dell’architettura nella Scuola di Architettura e Design E. Vittoria (UniCam), svolge attività di ricerca sulla storia del territorio, della città e dell’architettura tra medioevo ed età contemporanea. Sul periodo medievale e moderno ha studiato temi e problemi collegati alla valorizzazione del paesaggio storico centro-italiano. Sulla cultura architettonica europea tra Otto e Novecento ha approfondito temi critici, vicende urbane e singole figure di architetti, i cui risultati sono confluiti in pubblicazioni e mostre d’interesse nazionale e internazionale.

Celestino Oltolini

Architetto laureatosi nel 1994 al Politecnico di Milano, seguendo l’indirizzo in “Tutela e recupero del patrimonio storico-artistico”. Dal 1998 lavora come libero professionista collaborando a importanti progetti tra i quali, in ambito di recupero e di rifunzionalizzazione di edifici monumentali, l’Antica Chiesa Parrocchiale di Cesano Maderno. Dal 2012 è Assessore alla Cultura e al patrimonio storico-artistico del Comune di Cesano Maderno.

Paolo Ongaro

Laureato in Scienze dell’Informazione presso la Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Milano, si occupa di sviluppo software presso la milanese società TAI S.a.s., specializzata in servizi e realizzazione  di sistemi informatici legati ai Beni Culturali, con cui ha avviato la propria  collaborazione subito dopo gli studi e ricoperto nel corso degli anni i ruoli di analista/programmatore e, successivamente, di responsabile di progetto. Nel tempo ne ha acquisito anche responsabilità nella gestione amministrativa della società di cui ora ne condivide la proprietà.

Rogério Palhares Zschaber de Araújo

Laureato in Architettura presso la Federal University of Minas Gerais (1979) è specializzato in Gestione Urbana presso lInstitut Supérieur d’Architecture La Canbre, Belgio (1989). Ha conseguito il dottorato in Geografia (2009) presso la Federal University of Minas Gerais e un master in Urban Planning presso l’University of Rhode Island, USA (1985) ed è stato consulente di Práxis Projetos e Consultoria Ltda. Dal 1989 è professore associato del Department of Urban Planning presso l’UFMG, dove insegna e realizza ampi progetti di ricerca nei settori della pianificazione e della gestione urbana e ambientale.

Pierluigi Panza

Architetto e filosofo ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Conservazione dei beni culturali. Svolge attività didattica e scientifica presso il Politecnico e l’Università Statale di Milano. Scrive per le pagine culturali del “Corriere della Sera”. È autore di una decina di libri tra i quali la biografia di Giovan Battista Piranesi che ha vinto il Premio Campiello.

Laura Papa

Storica dell’arte si è specializza in Storia dell'Arte Medioevale e Moderna all'Università degli Studi di Genova . L'orientamento dei suoi studi ruota principalmente attorno all'arte lombarda del Seicento. Dal 2001 lavora presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano, dal 2008 si occupa dell'Archivio Fotografico dell'omonimo ente. Nel 2010 frequenta il corso di Conservazione e restauro della fotografia presso Fratelli Alinari-Fondazione per la storia della Fotografia di Firenze e seminari inerenti gli archivi e le problematiche di conservazione, digitalizzazione, restauro e valorizzazione. Autrice di saggi e pubblicazioni in ambito storico artistico.

Susanna Patata

Laureata in Ingegneria Edile-Architettura a Bologna, sin dagli ultimi anni di studio ha rivolto l’attenzione alla pianificazione urbana e, in particolare, alle pratiche di rigenerazione urbana. In Brasile ha studiato l’applicazione delle tecnologie di geoinformazione alla pianificazione collaborativa attraverso la metodologia del Geodesign, sul quale ha sviluppato la sua tesi di laurea. Attualmente lavora come urbanista a Bologna, sempre con particolare dedizione all’attivismo urbano, che esercita dentro e fuori della pratica lavorativa, supportando soluzioni e pratiche sostenibili e innovative per la città.

Laura Sabrina Pelissetti

Laaureata in Materie Letterarie nel 1994, si è specializzata in Storia dell’Arte Medievale e Moderna nel 2000 e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia e critica dei beni architettonici e ambientali nel 2008 presso il Politecnico di Torino. È docente a contratto di Storia del Giardino e del Paesaggio presso il Politecnico di Milano e ha insegnato Storia dell’Arte in corsi universitari e negli istituti superiori di Torino. È presidente della Rete dei Giardini Storici del Nord Milano e Brianza e, dal 2002, è responsabile scientifico delle attività promosse dal Centro di Documentazione Storica del Comune di Cinisello Balsamo. Ha inoltre collaborato all’organizzazione di seminari e convegni sui beni culturali e paesaggistici per la Soprintendenza BAP del Piemonte, per Enti e Istituzioni universitarie piemontesi e lombardi. Ha al suo attivo numerosi articoli e contributi sull’architettura piemontese e lombarda dei secoli XVII-XIX e sulla storia del giardino e del paesaggio.