Rivista dell'Istituto per la Storia dell'Arte Lombarda
Numero 13

Immagine, spazio, simbolo

Stefano Biancu

Benché spazio e immagine abbiano recentemente assunto, a livello diffuso, una centralità motivata dal loro carattere di luoghi simbolici originari, risulta evidente il loro stravolgimento che ne blocca la funzione specifica di rapporto attivo tra soggetto, che vive lo spazio e immagina, e realtà che specifici spazi e immagini rendono simbolicamente presenti. A partire da questa costatazione di fatto, il saggio esplora la natura essenzialmente temporale del simbolo e delinea le condizioni perché esso possa radicarsi nell’esperienza della singola persona e della collettività. É fondamentale ricordare, vi si dice, che nello spazio e nell’immagine come simboli l’uomo cerca nientemeno che se stesso.

Images, space and symbols

Though space and images have, in recent times, widely assumed a central role due to their being original, symbolic assets, it is clear that changing these features would block their specific function of promoting an active relationship between subjects that live on space and images, and realities that are symbolically recalled through specific spaces and images. On the basis of this factual observation, the essay explores the essentially temporal nature of the symbol and delineates the conditions to allow it to be rooted in the experience of the single person and the group. It is fundamental to remember that what man seeks in space and images is nothing less than himself.