Rivista dell'Istituto per la Storia dell'Arte Lombarda
Numero 14 - 16 Numero speciale...

“Centri benedettini” e l’abbazia clunicense di Polirone

Maria Luisa Gatti Perer

Nel breve saggio qui presentato la prof. Maria Luisa Gatti Perer propone una sintetica, ma significativa, disanima sull’apporto fornito dalle comunità religiose benedettine e cluniacensi al cambiamento culturale della società medievale. Il testo, obbligatoriamente contenuto, dichiaratamente si propone come una sequenza provocatoria di problematiche capaci di far comprendere il profondo valore insito nelle strutture architettoniche di ambito monastico e l’importanza della loro conservazione per la contemporaneità e la posterità. Dopo aver indugiato sulle principali vicissitudini storiche dell’abbazia di Polirone, la fondatrice dell’Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda (ISAL) conclude il suo saggio con una serie di considerazioni ed interrogativi metodologici, offerti come schematiche riflessioni pluridisciplinari.

“Benedictine centers” and the Cluniac abbey of Polirone

In the short essay here presented Prof. Maria Luisa Gatti Perer proposes a concise, but significant, close examination on the contribution provided by the Benedictine and Cluniac religious communities to the cultural change of medieval society. The text, obligatorily restricted, is declared as a provocative sequence of problems capable of making us understand the deep value inherent in the architectural structures of the monastic sphere and the importance of their conservation for the contemporary and the posterity. After lingering on the main historical vicissitudes of the Abbey of Polirone, the founder of the Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda (ISAL) concludes her essay with a series of considerations and methodological questions, offered as schematic multidisciplinary reflections.