Rivista dell'Istituto per la Storia dell'Arte Lombarda
Numero 14 - 16 Numero speciale...

I valori dell’Artigianato

Maria Luisa Gatti Perer

Il saggio che qui si presenta è stato scritto dalla prof. Maria Luisa Gatti Perer tra la fine degli anni quaranta e i primi anni cinquanta trattando un tema molto caro alla fondatrice dell’Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda: l’Artigianato. Un argomento che la storica dell’arte studiò con passione all’inizio della sua carriera e che le fece vincere nel 1952 il premio Saint Vincent per studi di carattere culturale ed artistico sulla Val d’Aosta. Nel saggio l’autrice dichiara la sua impossibilità ad aderire alla definizione ‘corrente’ di Artigianato, poiché l’Artigiano non esercita un’arte meccanica, ma è colui che dà impronta personale ad un oggetto che possiede uno scopo preciso e funzionale. Nel testo, infatti, l’autrice specifica che l’Artigianato costituisce una garanzia di civiltà poiché l’Artigiano è colui che, senza presupposti culturali e per lunga pratica su una materia che sente viva, riesce a dare forma a un oggetto ispirandosi alla tradizione, che non è erudizione, ma “forma di vita sempre presente”.

The values of handicraft

The essay presented here was written by prof. Maria Luisa Gatti Perer in the late forties and early fifties dealing with a theme very dear to the founder of the Istituto per la Storia dell’Arte: Handicraft. An argument that the art historian studied with passion at the beginning of her career and that let her win the Saint Vincent prize in 1952 for studies of a cultural and artistic nature on Val d’Aosta. In the essay, the author declares her inability to adhere to the ‘current’ definition of handicraft, since the Artisan does not exercise a mechanical art being the one who gives a personal imprint to an object, and who has a precise and functional purpose. In fact, in the text, the author specifies that Handicraft is a guarantee of civilization since the Artisan is the one who, without cultural presuppositions and for long practice on a material that he/she feels alive, reach to give shape to an object being inspired by tradition , which is not erudition, but “ever present life form”.